Mercati

Trend e mean reversion: un connubio per sfruttare l’imprevedibilità dei mercati

21 marzo 2017

I principali indicatori economici mondiali segnalano che il ciclo è ancora improntato alla crescita e non evidenziano rischi di inflazione. Entrambe le condizioni sono favorevoli agli investimenti azionari.

I principali indicatori economici mondiali segnalano che il ciclo è ancora improntato alla crescita e non evidenziano rischi di inflazione. Entrambe le condizioni sono favorevoli agli investimenti azionari.
Per gli investimenti obbligazionari il futuro non appare altrettanto positivo. Gli attuali livelli di rendimento non sono affatto attraenti e il percorso di normalizzazione delle politiche monetarie, e quindi dei rendimenti di mercato che inevitabilmente si svilupperà da qui ai prossimi anni, ne provocherà la salita. Per effetto della relazione inversa tra tassi e prezzi, gli investimenti obbligazionari genereranno rendimenti nulli o persino negativi per un periodo di tempo probabilmente lungo.

Nel corso degli ultimi anni i mercati finanziari sono frequentemente inciampati in episodi di flash crash, ovvero flessioni rapide, violente e piuttosto profonde. Pur essendo stati successivamente riassorbiti, questi movimenti hanno innescato reazioni scomposte in molti investitori che hanno risposto con vendite che spesso si sono verificate in prossimità dei momenti peggiori delle correzioni, lasciando quegli stessi operatori con portafogli scarichi nel momento del successivo rimbalzo.

cc

Comportamenti di questo genere sono tipici delle fasi in cui gli investitori sono sotto lo stress causato dalla volatilità dei prezzi e incidono molto negativamente sui rendimenti di lungo periodo, come dimostrato da numerosi studi.

Tutto ciò premesso, crediamo che un attento bilanciamento di portafoglio sia fondamentale per affrontare i prossimi mesi. In particolare, pensiamo a una struttura basata sia su prodotti azionari direzionali, sia su fondi a rendimento assoluto. I primi, se scelti coerentemente con il profilo di rischio-rendimento dell’investitore, sono in grado di dare nel medio periodo un favorevole contributo al rendimento complessivo. I secondi, grazie all’obiettivo di generazione di rendimenti assoluti positivi e decorrelati dalla direzione dei mercati, sono efficaci nella stabilizzazione dell’andamento del portafoglio, smussando gli effetti dei momenti di volatilità che potrebbero verificarsi.

asdf

Fonte: MSCI. Dati mar 2012 – mar 2017

8a+ ha di recente lanciato Monviso, comparto della 8a+ Sicav guidato da un modello matematico che si propone di estrarre performance positive dall’andamento dei mercati, senza però far conto sulla loro direzione rialzista. La strategia che guida Monviso individua infatti livelli di prezzo degli strumenti finanziari nei quali può investire che sono compatibili con un’inversione della tendenza in atto (al rialzo oppure al ribasso) e quindi con un ritorno del prezzo verso valori più “normali” (la cosiddetta mean reversion).

Monviso, al contrario delle strategie più diffuse, opera contro-tendenza. La filosofia algoritmica che lo governa evita di conseguenza quegli errori comportamentali che spesso gli investitori commettono quando si fanno prendere dal panico e vendono indiscriminatamente, oppure sono portati a credere che una tendenza positiva in atto sia destinata a proseguire indefinitamente, abbracciando quella che spesso è stata definita “esuberanza irrazionale”.

cr

La strategia utilizzata da Monviso identifica proprio queste occasioni come momenti nei quali attuare operazioni di portafoglio di segno contrario alla tendenza di mercato. Inoltre, i meccanismi di presa di profitto e di chiusura delle perdite che sono associati al modello fanno sì che il posizionamento di portafoglio che ne deriva abbia l’obiettivo di sfruttare unicamente le condizioni di eccesso, senza correre il rischio di restare intrappolati in inversioni di tendenza di medio periodo.

Questa strategia di gestione decorrela l’andamento del prodotto non solo rispetto al mercato, ma anche verso i principali fondi concorrenti che puntano a generare rendimenti assoluti positivi.
Il portafoglio del comparto è governato da un robusto controllo del rischio. Come accennato sopra, al raggiungimento di una percentuale di guadagno prestabilita e diversa a seconda dell’asset class che l’ha generata (azioni, obbligazioni, ecc.), l’operazione viene chiusa e l’utile viene acquisito al patrimonio. In modo speculare, per evitare di incorrere in perdite incontrollate se la decisione di investimento presa sta andando contro mercato, a una soglia di variazione prestabilita un meccanismo di stop-loss ne determina la chiusura.

Il portafoglio di 8a+ Monviso può investire (al rialzo oppure al ribasso) nelle principali classi di attività finanziarie (azioni, obbligazioni, materie prime e valute), utilizzando un’ampia gamma di veicoli che rappresentano i più importanti indici delle borse azionarie (come S&P500, Euro Stoxx 50, ecc), i titoli governativi (come Bund e Btp), le materie prime e i tassi di cambio.

Il comparto Monviso di 8a+ Sicav rispetta la normativa Ucits, ha liquidità giornaliera ed è denominato in Euro.